Home
|
Tecniche di Massaggio
|
Fiori di Bach
|
Oli Essenziali
|
Download
|
Aforismi
|
Massaggi Professionali
|
Contatti

I Germogli in Cucina

germogli

I benefici medici e nutritivi dei germogli sono documentati da secoli sia nella letteratura orientale che in quella occidentale. Testi medici cinesi del 5000 a.C. descrivono i germogli come essenziali nella dieta alimentare per le loro proprietà antinfiammatorie e rafforzanti per l'organismo e come rimedio contro carenze vitaminiche.
Una popolazione della zona settentrionale dell'India, gli hunza, citati da Plutarco e scoperti dall'esploratore inglese Robert McCorrison nella prima metà del novecento, sono conosciuti per la loro alimentazione a base esclusiva di germogli e per il loro incredibile vigore fisico e longevità.
Allo scoppio della seconda guerra mondiale, gli studiosi e nutrizionisti americani considerarono i germogli come alimento ricco di proteine e sostitutivo di carne, latte e derivati nel caso la guerra avesse causato difficoltà nel normale approvvigionamento di questi prodotti come stava verificandosi in Europa.
Il miracolo si ripete ogni volta che le giuste condizioni si presentano. Il seme viene in contatto con l'acqua, la assorbe e, con l'aiuto di ossigeno, calore e luce, inizia il processo di germinazione. A differenza dei normali ortaggi, che diminuiscono il loro contenuto nutritivo a partire dal momento in cui vengono raccolti, i germogli lo mantengono intatto fino al momento del loro effettivo consumo.
I germogli sono ricchissimi di proteine vegetali. Esse sono presenti nella forma dei loro costituenti base: gli aminoacidi. Con i germogli le proteine sono introdotte nel nostro organismo già trasformate in aminoacidi e complete di dosi di vitamine indispensabili al loro assorbimento. Sono quindi più digeribili ed essenziali per il processo di rinnovamento delle cellule, per la digestione e l'assimilazione dei cibi, per la coagulazione del sangue e il corretto funzionamento del fegato.
Le vitamine garantiscono le fondamentali reazioni chimiche che sono alla base delle diverse funzioni dell'organismo e favoriscono l'assorbimento dei principi nutritivi da parte delle cellule. Gli integratori vitaminici che sono disponibili in commercio sono spesso prodotti dalla sintesi di idrocarburi derivati del petrolio e il loro consumo prolungato può avere dannosi effetti collaterali. I germogli sono una vera e propria fonte naturale di vitamine: Vitamina C, vitamina A, vitamina del complesso B, vitamina D, vitamina E, vitamina K, vitamina U, che si presentano in quantità molte volte superiore a quella della pianta adulta.

Sono anche un'ottima fonte di sali minerali come calcio, potassio, ferro, fosforo, zolfo, magnesio e rame.




Tratto da "I Germogli in Cucina" di R. Mantellini e D. Bavicchi

- TILA'S design -